Alessio Biancalana Grab The Blaster di Alessio Biancalana

FTP e copia di file multipli da terminale con Midnight Commander

Proprio oggi mi serviva mettere a copiare dei file da un server remoto al mio muletto di casa, così ho scartabellato un po' greppando l'internet alla ricerca di un client FTP da terminale con una GUI recente. Dopo un po', greppa che ti greppa, ho ricordato che Midnight Commander ha una simpatica interfaccia ncurses e supporta sia FTP che SFTP (cioè FTP over SSH) integrandone le funzionalità. Mi sono ripassato quindi un po' di manualistica sull'interfaccia di Midnight Commander, che per un novellino può essere leggermente complicata, quindi ho cominciato subito a cercare.

Per connetterci via FTP ad un host remoto dobbiamo andare nel menù del pannello di destra o di sinistra (accedendo alla menubar con F9), a piacere, e dobbiamo selezionare "Connessione FTP". Successivamente, dobbiamo dare in pasto a Midnight Commander le nostre credenziali nel formato seguente:

ftp://[email protected]:porta

E aspettare, dando conferma, che ci venga chiesta la password. Per copiare file multipli basta premere CTRL-t dentro una directory per cominciare a selezionare il materiale che vogliamo copiare. Una volta terminata la sezione, dal menù File scegliamo Copia - la cui location sarà di default la directory esplorata dall'altro pannello.

Midnight Commander

Una volta finito il tutto, voilà: diamo un Ok, e immediatamente il processo di FTP o SFTP comincerà a copiare i file mostrandoci l'avanzamento tramite una progressbar. Consiglio particolarmente l'uso di Midnight Commander per copiare file da una macchina all'altra usando la CLI, in combinazione con GNU screen, che ci consente di fare "detach" e chiudere la consolle senza che il processo di Midnight Commander si interrompa. In questo modo potremo lasciare che le due macchine remote (come nel mio caso) sbrighino i propri compiti mentre noi in locale - ad esempio - mandiamo in sospensione il nostro PC, e ce ne andiamo a farci una bella mangiata dal kebabbaro qua di fianco.

comments powered by Disqus