Alessio Biancalana Grab The Blaster di Alessio Biancalana

Paola Caruso, e lo schifo del Corriere

Sono entrato da poco nel mondo dell'informazione, sto imparando giorno dopo giorno che convivere con questo mestiere non è facile, e seppure nel mio piccolo di blogger per una testata online, posso comprendere alcuni dei meccanismi che governano il mondo del giornalismo. Ecco, io mi rendo conto di essere fortunatissimo a lavorare con gente come Matteo, il mio "capo", che sa riconoscere l'impegno quando lo vede. Me ne rendo ancora maggiormente conto, quando vedo persone che, pur facendosi il culo per anni (sette), non vedono riconosciuti i propri meriti e si vedono passare avanti il giovinotto baldanzoso di turno, con le unghie integre e le mani da avvocato.

Paola in questo momento è un'eroina (non la droga, l'aggettivo), un'eroina che si batte per qualcosa che tange anche me. La piaga del precariato, precisamente in ambito giornalistico. La piaga dello schifo che fa la redazione del Corriere della Sera. La piaga di una redazione fatta di gente che, a conoscenza del suo sciopero della fame e della sete, per questa ingiustizia, ha preferito tacere e abbassare il capo piuttosto che alzarsi e urlare.

Meglio di me lo spiegano altri: l'homepage di Macchianera è cambiata, anche Gilioli le ha dedicato qualche riga,  e Nicola Mattina ha scritto una lettera aperta che reputo ineccepibile dal punto di vista formale. Ovviamente potete seguire lo stato delle cose anche sul blog di Paola, e non mancate di farle sapere, in qualche modo, il vostro (spero) scontato pieno appoggio.

comments powered by Disqus