Alessio Biancalana Grab The Blaster di Alessio Biancalana

Pidgin: liberiamoci del solito look barboso!

Ho spesso usato altri messenger preferendoli a Pidgin, perchè penso che un client specifico sia più prestante nel caso di servizi come Jabber o MSN, ovvero presenti meno imperfezioni dei software che, invece, debbono occuparsi di più protocolli contemporaneamente. Insomma, per far contenti tutti  non fanno contento nessuno :)

Tuttavia c'è sempre stata una ragione preponderante per cui il mio utilizzo di Pidgin nell'ultimo periodo si era azzerato: usando Pidgin, si, hai tutto sotto controllo in un unico programma, ma sembra di utilizzare un programma degli anni '80.

(Un plauso al mio amico malaerba che proprio in questo momento mi ha suggerito il seguente inizio per questo post:

"cercando un incipit per il prossimo post mi è stato consigliato di cominciare così:" e vai col post ;)

Purtroppo ormai l'incipit l'avevo trovato, ma mi hai strappato una grassa risata :D)

Dicevo, gli anni '80. Animo, signori! Se prima eravate abituati a quel grigiume che gli sviluppatori di Pidgin sono decisi (a quanto pare) a non rinnovare se non nel lungo termine, adesso avete la possibilità di trasformare il vostro piccione viaggiatore in qualcosa di molto più personalizzato, moderno, e soprattutto, bello da vedere.

Questa è una tipica finestra di Pidgin. Dopo aver letto il mio post, e aver messo in pratica i buoni consigli del vecchio [email protected], vi ritroverete a dire: "Cavolo, ma io usavo veramente quel brutto coso?" ;)

Il layout delle conversazioni di Pidgin, si sa e si vede, è un po' bruttino. Per risolvere questa mancanza, ci viene incontro un altro bel pezzo di software che io stimo tantissimo, basato come Pidgin sulle librerie Purple, ma che basa la sua interfaccia grafica su WebKit. Molto meglio in quanto a look'n feel, si, sto parlando proprio di lui. Colui che gira solo su OSX. Colui per il quale molte anime traviate da MSN per OSX hanno visto la luce. Adium :D

Tempo fa uno studente dell'università di Helsinki (ma perchè le invenzioni migliori vengono sempre da quel posto?), preso da una fregola incontrollabile, per avere anche lui quell'eyecandy che tutti noi sognamo sul nostro Piccione, ha pensato bene di programmare per tirare fuori un plugin, il plugin che renderà più sollevate le vostre vite, il plugin figherrimo che permette di applicare gli stupendi stili per le conversazioni di Adium all'uccellaccio viola tanto antiquato quanto funzionale.

Così va già molto meglio, no? Sembra essere il più blasonato dei temi per Adium, il suo nome è Renkoo e gira perfettamente su Pidgin, usando il plugin sopracitato. È disponibile in differenti combinazioni di colore, con i nomi, senza i nomi, con il layout alternato (in modo che sembri un botta e risposta), senza. Si, i temi per Adium vi fanno anche il caffè, se sono programmati per farlo :D

Ma dunque, vediamo come aggiungere tale amenità al nostro Pidgin, per farlo sembrare ancora più figo ;)

Ci basta installare un semplice plugin, per farlo dobbiamo disporre di Pidgin e di WebKit, tranquillamente disponibile nei repository di qualunque distribuzione mainstream.

Bisogna semplicemente compilare il necessario ed installarlo, secondo la buona regola del mondo Unix. Purtroppo non esiste un pacchetto precompilato per questo plugin, dato che è ancora in stadio di profondo sviluppo (anche se funziona).

Dunque per quanto riguarda Debian e Ubuntu possiamo installare le librerie necessarie alla compilazione con un

sudo apt-get install pidgin-dev libwebkit-1.0-2 libwebkit-dev

Subito dopo possiamo clonare il codice che dobbiamo compilare:

bzr branch lp:pidgin-webkit

Poi spostiamoci nella cartella che contiene i sorgenti...

cd pidgin-webkit

...a questo punto abbiamo bisogno di applicare una patch che assicuri il corretto rendering; grazie a Koalalorenzo per la segnalazione. Diamo quindi questi due comandi in serie...

wget http://launchpadlibrarian.net/23856598/pidgin-webkit-tempfile-2.patch

patch -i pidgin-webkit-tempfile-2.patch

...compiliamo...

make

E installiamo il tutto :)

make install

L'ultimo comando, usualmente dato da root, non serve che venga introdotto con i privilegi di superutente in quanto non fa altro che  installare il plugin nella nostra Home e creare le relative directory per stili di messaggi e altro.

Per quanto riguarda Arch Linux, basta installare il pacchetto pidgin-webkit da AUR :D

Detto fatto, adesso mostrando i file nascosti nella Home abbiamo la cartella .purple; dentro quest'ultima c'è message_styles, la cartella in cui dobbiamo installare i nostri temi. Possiamo tranquillamente prelevare un sacco di stili da qui e scompattare il relativo archivio in ~/.purple/message_styles.

Purtroppo il plugin è ancora in stato di sviluppo, e lo sviluppatore si è preso una pausa a tempo indeterminato; anche se, quindi, un po' di temi funzionano egregiamente, ce ne sono ancora alcuni che, all'apertura di una finestra di conversazione, fanno irrimediabilmente crashare Pidgin. Per questo, a fine post, segue una lista di temi compatibili, che vi invito ad espandere attraverso feedback, commentando :P

Aprite la finestra dei plugin, configurate Webkit Message Styles, specificando il tema che volete, e aprite una finestra di conversazione; figo no? :lol:

Facendo questo, la vostra finestra di conversazione acquisirà un look bello e moderno.

Ora che non abbiamo più quel layout così anni '50 per quanto riguarda le conversazioni, possiamo occuparci tranquillamente della lista contatti. Adium anche qui è venuto un aiuto, fornendo l'ispirazione ad un genio che ha realizzato una screenlet molto simile nel funzionamento alla contact list di Adium; l'effetto non è proprio lo stesso, dato che abbiamo anche bisogno di un programma esterno (le screenlets), ma il risultato è più che accettabile, soprattutto dopo un pochino di lifting alla screenlet che all'inizio non si presenta propriamente, ehm, appetibile.

Diciamo che quel colore azzurrino non ispira molta fiducia, tuttavia disponiamo, tramite click destro, dell'opzione per il cambio del tema della screenlet: possiamo tranquillamente scegliere il tema che ci piace di più, o installarne di nuovi tramite la voce apposita che non a caso risiede nella finestra principale delle screenlets.

Ovviamente per applicare tutto ciò bisogna installare il pacchetto screenlets presente in qualsiasi distro mainstream, e scaricare da qui il relativo archivio, per poi installarlo tramite l'interfaccia apposita. Occhio che se avete tantissimi contatti, dovete cominciare a considerare di tenere aperti con la screenlet solo i gruppi fodamentali :D

Sono disponibili, come ho detto, altri temi su GnomeLook, comodamente scaricabili e applicabili. Io ho applicato il tema BlackSmall e ho ottenuto subito un risultato soddisfacente ;)

Bene, adesso dovrebbe essere tutto pronto.

Abbiamo abbandonato con successo il look vetusto per dare al nostro Pidgin un vero e proprio tocco di stile! ;)

Senza preoccuparci oltre, possiamo iniziare ad utilizzare il nostro Piccione viaggiatore rimodernato con il nuovo look così maledettamente sexy e affascinante; volete le prove che non c'è trucco e non c'è inganno? Eccole :D

Clickami tutto ← qui potete vedere l'originale

Beh, ormai siamo pronti per dare il via alle danze, fuoco alle polveri, o quello che vi pare. Quindi aprite una finestra di conversazione e godetevi il lifting, ringraziando i ragazzi che creano dei così bei layout per Adium, tutti coloro che lavorano a WebKit, eccetera eccetera eccetera.

Sono certo che se chi ha fatto queste amenità ritornasse a programmare, ci fornirebbe un plugin funzionante in assoluto, ma purtroppo per ora dobbiamo tenercelo con un po' di temi in meno (tutti quelli più figherrimi -.-).

Lista di stili funzionanti

Renkoo

Renkoo Naked

Satin

iChadium

NoteBoard

Adium Matte

ArtHeroComplexion

Juice

133t

Bishop

comments powered by Disqus

Member of

Previous Random Next