Popcorn Maker: matrimonio felice tra content curation, video making, e open source

- Open Source

Quest’oggi, dopo aver sbrigato un po’ di cose mi sono concesso un po’ di tempo per aprire Popcorn Maker e cominciare a utilizzarlo, da zero, non sapendo minimamente nulla. Per chi non sapesse cos’è, lo dico in breve: è un video editor completamente HTML5, rilasciato da Mozilla sotto licenza open source, che consente di fare un numero di cose abbastanza alto e che, tra queste, incorpora una serie di funzionalità per mostrare secondo la modalità che noi decidiamo contenuti provenienti dai social media.

Sono rimasto sbalordito dalla qualità di quello che ne può venire fuori se si ha un po’ di gusto estetico, ed effettivamente la cosa che più ha stuzzicato il sottoscritto (dato che mi occupo di editoria anche per lavoro) è stato il poter cominciare a curare contenuti ad un nuovo livello: quello del video making. Possiamo infatti combinare vari spezzoni di video provenienti da YouTube, intervallarli con schermate tutte nostre magari abbellite dall’immancabile strumento di testo, e includere nei video, magari in un sottopancia, dei tweet di alcuni utenti o degli hashtag specifici per mostrare magari informazioni contestuali.

Inoltre, oltre il classico YouTube, è possibile importare anche altre “scatole” come semplici video HTML5 (WebM o H264, immagino), ed anche da altre sorgenti. Google Maps, inoltre, consente l’embed in popup e altre forme per georeferenziare il contenuto in maniera abbastanza innovativa. Un poutpourri di cose interessanti insomma, che fanno di Popcorn Maker il primo video editor orientato alla content curation e completamente open source – nonché con un’interfaccia molto carina, cosa di cui ad esempio nel mondo Linux si sente (ultimamente meno) la mancanza.

A cosa penso quando dico “content curation”? Penso a Storify: per raccontare una storia, essere sul pezzo, porsi narratori in prima persona anche di qualcosa di grande, Popcorn Maker può essere un grande aiuto che sicuramente non va a rubare mercato al grande “aggregatore di pensieri sociali” che è Storify anzi: casomai può esserne un degno complemento, dove non importa più il contenuto singolo in sé, ma il mashup che più fonti possono creare.

Beh: il resto potete anche scoprirlo da soli.

Vi lascio solo un paio di note supplementari; se siete smanettoni come il sottoscritto e vi piace l’open source in tutte le sue sfaccettature, potete curiosare sul repository Git di Popcorn.js, la libreria su cui si basa il progetto, segnalare problemi e – magari – mandare anche qualche contributo. La seconda nota, è che da metallaro quale sono, mi fa molto piacere che attraverso Popcorn ci sia stato chi ha fatto storytelling alla Hellfest. Molto, molto bene. Brava Mozilla: questo è un notevole impegno e un grosso contributo, per il web, per l’ecosistema HTML5, per l’open source, e per i curatori di contenuti che da oggi hanno una preziosa freccia in più al loro arco.

  • http://www.facebook.com/federico.altaterra Federico Altaterra

    Uno dei primi video italiani realizzati con popcorn maker è Il Disegno della Crescita
    http://www.ildisegnodellacrescita.it/

  • http://dottorblaster.it/ Bl@ster

    Grazie del link :)